Promosso da Fondazione Luce per la Vita, Associazione TuttoèVita ETS, Federazione Cure Palliative, Società Italiana di Cure Palliative

Contenuti e temi dei moduli formativi

MODULO I
LA SPIRITUALITÀ NELLA CURA

  • Definizioni e concetti chiave: spiritualità, cura integrale, cure palliative.
  • La cura integrale, a partire dalla dimensione spirituale e sua integrazione con le altre dimensioni della persona.
  • Spiritualità e cure di fine vita nellaletteratura scientifica (italiana ed internazionale).
  • Modelli teorici sulla spiritualità nella cura e nelle cure palliative.
  • Modelli religiosi nell’accompagnamento.
  • Lo stato dell’arte nell’utilizzo dell’assistenza spirituale in Italia.
  • L’assistenza spirituale e il compito dell’equipe multidisciplinare.

MODULO II
IL CORE CURRICULUM DELL’ASSISTENTE SPIRITUALE IN CURE PALLIATIVE

  • Linee guida/raccomandazioni principali riportate nella letteratura scientifica.
  • Confronto tra i diversi approcci alla cura spirituale in contesti e Paesi diversi.
  • La legislazione nazionale ed internazionale circa cp ed assistenza spirituale

MODULO III
LA MEDITAZIONE COME STRUMENTO DI CURA DI SE’ E DELL’ALTRO

  • Letteratura scientifica circa meditazione, cura e accompagnamento al fine vita.
  • Meditazione e percorsi possibili di integrazione delle cure.
  • Meditazione nell’accompagnamento nel lutto.
  • Meditazione nella formazione degli operatori sanitari e dell’assistente spirituale.

MODULO IV
LA CURA SPIRITUALE E LA SUA APPLICAZIONE PRATICA

  • Le diverse prospettive religiose e teologiche, a supporto delle pratiche mediche e assistenziali
  • I modelli che consentono l’integrazione della spiritualità nella presa in carico del paziente
  • Approfondimenti su come la propria esperienza personale , culturale e valoriale influenzino la pratica assistenziale.
  • Strumenti per la cura spirituale sul campo nei contesti lavorativi ed istituzionali.
  • Proposte di percorsi brevi di meditazione e visualizzazioni.
  • Tecniche di respiro e consapevolezza per lasciare andare e condividere con gli altri.

MODULO V
ASSISTENZA AL LUTTO E COMPETENZE NELL’ASSISTENZA SPIRITUALE

  • La cura spirituale nel cordoglio anticipatorio e nel lutto.
  • Modelli teorici sul lutto e l’assistenza spirituale.
  • Trovare un senso più grande e dare un nuovo significato alla perdita.
  • Prendersi cura dei “tanti” lutti dell’equipe.

MODULO VI
ETICA, BIOETICA E ASSISTENZA SPIRITUALE

  • Le competenze etiche e bioetiche nell’assistenza spirituale.
  • Il rispetto dell’autonomia, dell’intimità e della privacy dei pazienti e dei familiari.
  • Questioni etiche e di privacy nella cura spirituale.
  • Modelli teorici di etica clinica e bioetica.
  • Gli aspetti spirituali nelle decisioni anticipate di trattamento.
  • Malati definiti “non contattabili”. Quale cura spirituale?
  • Autodeterminazione e spiritualità: un binomio possibile?
  • Vita biologica e vita biografica nella malattia inguaribile

MODULO VII
IL DIALOGO INTERRELIGIOSO E GLI ASPETTI RELIGIOSI NELLA MALATTIA E NEL MORIRE

  • Approcci spirituali e religiosi nella cura (ebraismo, cristianesimi, islam, induismo, buddhismo, ecc.)
  • La diversità religiosa nelle istituzioni sanitarie
  • La sfida di accompagnare nella multiculturalità e diversa appartenenza religiosa.
  • Consapevolezza dei diversi approcci alla dimensione fisica: dalla cura del corpo malato alla cura della salma secondo culture/tradizioni/religioni diverse.

MODULO VIII
LA COMUNICAZIONE E LA RELAZIONE NELL’ASSISTENZA SPIRITUALE

  • Approfondimenti sui diversi approcci comunicativi e relazionali nella cura.
  • L’ascolto empatico nell’assistenza spirituale.
  • Comunicare nella terminalità, lasciando aperta la speranza.
  • Il silenzio, lo sguardo, il tatto.
  • Decodificare il significato, oltre le parole.
  • Comunicazione verbale, non verbale, sottile.

MODULO IX
DIAGNOSI E ASSESSMENT SPIRITUALE

  • Riconoscere i bisogni spirituali della persona e della famiglia.
  • Diversi metodi di indagine e raccolta della storia spirituale.
  • Rispondere ai bisogni spirituali: chi, quando, come.
  • La gestione del dialogo spirituale.
  • Integrare la dimensione spirituale con le informazioni relative alle altre dimensioni della persona per una cura integrale.

MODULO X
IL RUOLO DELLA SPIRITUALITA’ NELLA PRESA IN CARICO PRECOCE E IL RUOLO DEL VOLONTARIATO E DEL TERZO SETTORE

  • La spiritualità come risorsa nell’attuazione delle cure simultanee e precoci.
  • Esperienze sul territorio nazionale e internazionale.
  • I limiti e le difficoltà ancora da superare.
  • Volontariato e Terzo Settore come risorsa in CP e nell’accompagnamento spirituale.

MODULO XI
IL DOLORE E IL DISTRESS SPIRITUALE ED ESISTENZIALE

  • Teorie e modelli sul dolore e sulla sofferenza totale.
  • Il dolore spirituale e il distress esistenziale nel prendersi cura della persona.
  • Interrogativi clinici sul trattamento del dolore e accompagnamento spirituale.
  • Il dolore totale e la sedazione palliativa.
  • Il dialogo di fronte alla richiesta di morte volontaria medicalmente assistita

MODULO XII
L’ASSISTENZA SPIRITUALE IN ETA’ EVOLUTIVA E NELLE CURE PALLIATIVE PEDIATRICHE

  • Cura spirituale nell’accompagnamento di neonati, bambini e adolescenti.
  • Modelli teorici sulla spiritualità in età evolutiva.
  • Accompagnamento al fine vita in età evolutiva.
  • Death Education e spiritualità.
  • Educazione al limite e alla finitudine.
  • La presa in carico di bambini e adolescenti in lutto: aspetti spirituali.
  • Sostenere spiritualmente l’equipe a trovare un senso.

MODULO XIII
LA COMPASSIONE E L’ARTETERAPIA NELL’ASSISTENZA SPIRITUALE

  • Coltivare la compassione
  • La terapia focalizzata sulla compassione come uno strumento nella formazione dell’assistente spirituale.
  • L’arteterapia come risorsa nella cura spirituale del paziente con malattia invalidante e nel fine vita.
  • Le arti visive come ponte verso la spiritualità.
  • Il tema della bellezza e dell’assistenza spirituale: la morte può portare bellezza?

MODULO XIV
L’APPROSSIMARSI DELLA MORTE E IL POST MORTEM

  • Aspetti spirituali, esistenziali ed emotivi nell’approssimarsi della morte.
  • Pratiche e interventi della cura spirituale nel morire e nel post mortem.
  • La visione e le pratiche delle grandi religioni e tradizioni spirituali nell’accompagnamento nel post mortem.

Durante il percorso di formazione è prevista la possibilità di essere introdotti agli insegnamenti sulla Meditazione non confessionale.